15 Aprile 2019 Share

5×1000: elenchi permanenti 2019 ed elenchi 2017

(da Ratio quoridiano – www.ratio.it)
Siete un ente del Terzo settore o tra i vostri clienti annoverate associazioni, fondazioni e organizzazioni di volontariato? Dovete sapere che l’Agenzia delle Entrate ha da poco pubblicato l’elenco permanente degli iscritti al contributo del 5×1000 per l’anno finanziario 2019, i quali non sono tenuti a ripetere la procedura di iscrizione che prevede la domanda telematica e la dichiarazione sostitutiva. L’elenco permanente degli enti iscritti 2019, infatti, aggiorna e integra quello pubblicato nel 2018. In particolare, sono stati inseriti gli enti regolarmente iscritti nell’anno 2018 in presenza dei requisiti stabiliti dalla norma e sono state apportate le modifiche conseguenti alle revoche dell’iscrizione trasmesse dagli enti e alle verifiche effettuate dalle amministrazioni competenti.
Tuttavia, gli enti iscritti nell’elenco permanente 2019 devono trasmettere una nuova dichiarazione sostitutiva nel caso in cui, entro il termine di scadenza dell’invio della dichiarazione sostitutiva per lo stesso anno, sia variato il rappresentate legale rispetto a quello che aveva firmato la dichiarazione sostitutiva. Per gli enti del volontariato il termine per l’invio della dichiarazione sostitutiva è il 1.07.2019.
Tramite il seguente link è scaricabile il modello di “Dichiarazione sostitutiva variazione rappresentante legale” per la comunicazione degli enti che abbiano variato il rappresentante legale, da inviare tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o tramite la casella Pec del rappresentante legale.
Oltre a ciò, l’Agenzia ha pubblicato gli elenchi per la destinazione del 5×1000 dell’annualità 2017 con i dati relativi alle preferenze espresse dai contribuenti nella propria dichiarazione dei redditi. Nello specifico, sono stati ammessi 8.004 Comuni e oltre 54.000 enti tra volontariato, ricerca sanitaria e scientifica, associazioni sportive dilettantistiche, beni culturali e paesaggistici. L’elenco degli enti ammessi e di quelli esclusi, insieme agli importi attribuiti agli enti che hanno chiesto di accedere al beneficio, è consultabile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nella sezione “5×1000”.