27 Giugno 2019 Share

5 luglio: Storie Fuori dal Guscio

Clic per ingrandire…

Venerdì 5 luglio 2019 alle ore 21:00 a piazza Malta si terrà la rappresentazione teatrale “Storie Fuori dal Guscio”. – Ingresso libero –

Lo spettacolo, ambientato nella Chieti degli anni ’60, restituirà al pubblico la memoria di uno dei luoghi più amati dai cittadini di Chieti, da sempre cuore della città: piazza Malta, ovvero “Piazza della verdura”.

Ginetta, Cicchino, Giustino detto Ucchione, Alfredo e Lino…. tornano alla Piazza delle verdura, attraverso il racconto di chi li ha conosciuti restituirà al pubblico la memoria di uno dei luoghi più amati dai cittadini di Chieti, da sempre cuore della città.

L’incontro con le parole di chi ci è nato, o “ci è venuta in sposa”, o ha aperto bottega o semplicemente ne ha sentito i racconti sin da bambino, si è trasformato, in uno spettacolo teatrale che ha coinvolto giovani volontari europei, di servizio civile e studenti teatini.

Promosso dall’associazione Centro Solidarietà Incontro Ascolto e Prima Accoglienza di Chieti, in partenariato con le associazioni Anteas teatina ed Erga Omnes il laboratorio teatrale, condotto da Antonio Tucci del teatro del Krack è parte del progetto “FUORI DAL GUSCIO – percorsi di cittadinanza attiva e rigenerazione urbana per il contrasto alle solitudine involontarie” finanziato dalla Regione Abruzzo a valere sul bando per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per la realizzazione di attività di interesse generale di cui all’art. 5 del codice del terzo settore.

Ideato e progettato da un partenariato ampio, coerente e competente, il progetto si prefigge di promuovere la salute per tutti e per tutte le età attraverso iniziative e percorsi di coinvolgimento partecipato valorizzando il ruolo che gli anziani ricoprono nella società come parte attiva (portatori di una memoria storica e di conoscenze da trasmettere alle nuove generazioni) migliorando lo stato di benessere psicofisico.

Contrasto alle solitudini involontarie specie nella popolazione anziana I giovani rappresentano per gli anziani una sorta di specchio introspettivo, mentre gli anziani fungono da specchio proiettivo di saperi, esperienze, conoscenze, emozioni in cui prefigurare il futuro.

CAST

Giacomo Cirotti – Chiara Croce – Gianmarco D’Agostino – Cayetano Augustinn Delgado – Giulia Dindelli – Marija Gebert – Fernanda Gesteira – Bernat Serra Giramè – Andrea La Rovere – Elisa – Navarro Lazaro – Ivette Manukian – Silvia Minchilli – Ilaria Minervini – Paolo Patriarca – Deni Scarsi – Matteo Testa – Anastasia Zakharova

REGIA

Antonio Tucci


VIDEO PROMO
PAGINA FACEBOOK